Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

L’Italia alla 61esima sessione della Conferenza Generale dell'AIEA

Data:

22/09/2017


L’Italia alla 61esima sessione della Conferenza Generale dell'AIEA

2017 conferenza generale iaea discorso ambasciatore

 

Tra il 18 e il 22 settembre 2017 si è tenuta a Vienna la sessione annuale della Conferenza Generale dell’Agenzia Internazionale per l’Energia Atomica (AIEA).

Al centro dei lavori safety, security, salvaguardie e cooperazione tecnica per l’uso pacifico dell’energia e delle tecnologie nucleari, nonché l’applicazione del Joint Comprehensive Plan of Action con l’Iran e le minacce della Corea del Nord.

Qui di seguito i link al discorso di apertura del Direttore Generale, Yukiya Amano, eletto per un terzo mandato nonché all’intervento dell’Ambasciatrice Maria Assunta Accili, Rappresentante Permanente presso le OO.II. in Vienna e Capo della Delegazione Italiana. 

https://www.iaea.org/newscenter/statements/statement-to-sixty-first-regular-session-of-iaea-general-conference-2017

https://www.iaea.org/sites/default/files/gc61-italy-statement.pdf

L’Italia ha partecipato alla Conferenza Generale anche con l’organizzazione di due side event, realizzati in collaborazione con SOGIN, la società di Stato responsabile dello smantellamento degli impianti nucleari italiani e della gestione dei rifiuti radioattivi, e con ENEA l’Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile.

Il primo evento, intitolato “International Peer Review of the SOGIN Decommissioning and Radioactive Waste Management Programme in Italy”, è stato dedicato alla missione ARTEMIS effettuata dall’AIEA in Italia. La missione ha costituito il primo esempio di revisione (Peer
Review) di un programma di decommissioning nucleare e gestione delle scorie.

Il side event è stato preceduto dalla donazione all’Agenzia di un busto del Premio Nobel Enrico Fermi alla presenza del Direttore Generale Yukiya Amano (http://www.sogin.it/it/sala-stampa/sala-stampa.html, https://www.iaea.org/newscenter/news/italian-and-pakistani-bust-donations-add-to-the-nuclear-art-collection-of-the-iaea).

Il side event organizzato da ENEA ha invece illustrato i successi della ricerca e dell’industria italiana nel campo di tecnologie nucleari innovative, con particolare attenzione al coinvolgimento italiano in progetti internazionali concernenti reattori nucleari di IV generazione, smantellamento ed energia da fusione. ENEA è stata altresì presente con uno stand espositivo volto a dare visibilità
internazionale alla ricerca ed all’industria italiana in ambito nucleare. Attraverso dispositivi interattivi, poster e modelli in scala sono stati presentate tecnologie avanzate per lo sviluppo di sistemi e componenti per la fusione e fissione nucleare .

L’Italia ha partecipato anche allo Scientific Forum della Conferenza Generale , incentrato quest’anno sulle applicazioni nucleari in ambito medico. L’Istituto Superiore della Sanità ha presentato il progetto nazionale TOP-IMPLART, dedicato alla realizzazione di un acceleratore di particelle per radioterapia dalle caratteristiche estremamente innovative.


Luogo:

Vienna

Autore:

Ufficio Stampa RappONU

328