Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Partecipazione del Direttore Esecutivo di UNODC, Fedotov, alla Conferenza Mediterranea dell’OSCE a Palermo. Il Governo italiano finanzia progetti UNODC per il contrasto al traffico di migranti dall’Africa.

Data:

25/10/2017


Partecipazione del Direttore Esecutivo di UNODC, Fedotov, alla Conferenza Mediterranea dell’OSCE a Palermo. Il Governo italiano finanzia progetti UNODC per il contrasto al traffico di migranti dall’Africa.

img 20171024 wa0001

 

Il Direttore Esecutivo dell’Ufficio delle Nazioni Unite sulla Droga e il Crimine (UNODC), Yury Fedotov, ha partecipato alla Conferenza Mediterranea dell’OSCE, ospitata a Palermo il 24 e 25 ottobre 2017. Dedicata al tema “Large Movements of Migrants and Refugees in the Mediterranean: Challenges and Opportunities”, la Conferenza ha promosso uno scambio di vedute ad alto livello politico sul tema delle migrazioni nel Mediterraneo, sulle sfide e le opportunità che ne conseguono.
A margine della Conferenza, il 23 ottobre il Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, Angelino Alfano, e il Direttore Fedotov hanno firmato un’Intesa con cui l’Italia estende a UNODC un contributo di 2.7 milioni di Euro per la realizzazione di due progetti in materia di contrasto alla tratta di persone e al traffico di migranti.
Il contributo italiano, a valere sul “Fondo per l’Africa” del Ministero degli Affari Esteri, finanzierà in primo luogo il Progetto “Strengthening the transnational response to smuggling of migrants and maritime crime in West, North and East Africa”, diretto a rafforzare la collaborazione giudiziaria con i Paesi di origine e transito dei flussi irregolari nel Mediterraneo, tramite interventi di formazione e assistenza legale, nel quadro della Convenzione delle Nazioni Unite per il contrasto al crimine organizzato transnazionale.
Un’altra parte del finanziamento italiano sarà destinata a sostenere il Progetto “Global Action against Trafficking in Persons and Smuggling of Migrants (GLO.ACT)” in Mali e Niger, nel più ampio quadro dell’iniziativa che UNODC e Unione Europea realizzano in collaborazione con OIM e UNICEF, al fine di fornire assistenza tecnica in materia di contrasto alla tratta di persone e al traffico di migranti, a sostegno di Istituzioni governative e Organizzazioni della società civile in 13 Paesi.
Intervenendo al segmento di alto livello politico della Conferenza Mediterranea, il Direttore Fedotov ha affermato che la nuova strategia di UNODC, sostenuta dall’Italia anche attraverso la firma della suddetta Intesa, permetterà di rafforzare la risposta internazionale al traffico di migranti in Africa. Egli ha inoltre ricordato che alla base degli sforzi di UNODC vi sono importanti strumenti internazionali, tra i quali, in particolare, la Convenzione delle Nazioni Unite per il contrasto al crimine organizzato transnazionale, firmata proprio a Palermo nel 2000.


Luogo:

Vienna

Testata:

Rapponu

Autore:

Ufficio Stampa

336